Giorgio de Chirico - Il volto della metafisica
Organizzazione eventi, congressi, meeting, conferenze, eventi, mostre, incentive launch party Genova

Convention Bureau Genova | Organizzazione eventi, congressi, meeting, conferenze, eventi, mostre, incentive launch party Genova Giorgio de Chirico - Il volto della metafisica

Giorgio de Chirico - Il volto della metafisica

Giorgio de Chirico - Il volto della metafisica

dal 30 marzo al 7 luglio 2019
Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura

 

A Genova nella magnifica cornice di Palazzo Ducale si terrà dal 30 marzo al 7 luglio 2019 la mostra "Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisica", curata da Victoria Noel-Johnson.

A distanza di 25 anni dall’ultima esposizione dedicata a de Chirico a Genova, questa mostra si propone di scoprire l’animo profondamente filosofico delle opere del pittore, ponendo l’accento sulla componente metafisica dei suoi dipinti. 

La rassegna propone circa 100 opere realizzate durante l’intero arco della carriera dell’artista, fortemente influenzato dalla corrente di pensiero tardo ottocentesca guidata da Nietzsche, de Chirico volge lo sguardo oltre la realtà, oltre la tela, oltre la fisica.

Ricostruendo le tappe dell’evoluzione artistica del Maestro la mostra mette in luce la metafisica continua che, nonostante le numerose variazioni di stile, tecnica, soggetto, composizione e tonalità di colore, dimostra essere l’impegno concettuale di voler offrire allo spettatore visioni tangibili del concetto filosofico intangibile della Metafisica.

La mostra è suddivisa per temi: il viaggio e il ritorno, con opere come L’ebreo errante del 1917, Ulisse (Autoritratto) del 1922, Ritorno di Ulisse del 1968; il mondo degli esterni metafisici (uno dei temi più riconoscibili dell’arte dechirichiana) con i panorami urbani e i bagni misteriosi, raccontati attraverso le illustrazioni realizzate per Mythologie di Jean Cocteau del 1934; le figure, con i trovatori-manichini, i personaggi mitologici, le muse inquietanti e gli archeologi; gli interni metafisici, la natura, con le nature morte o vite silenti, e infine la tradizione, con i vari ritratti che alludono alla ritrattistica quattro-cinquecentesca, i celebri autoritratti ispirati a Rubens o Velasquez, e ancora le copie e le libere interpretazioni di opere dei grandi maestri come Durer, Watteau, Courbet, Renoir, Raffaello e Perugino.

Orario: da martedì a domenica, 10 - 19:30.

Scopri di più